Riscaldamento corretto con la legna

Solo in caso di una buona e completa combustione la stufa a legna lavora in modo efficace ed ecologico. La buona combustione da una parte dipende dalla costruzione della stufa, dall’altro dipende dal legno utilizzato e dal corretto uso. Di seguito alcuni consigli per un corretto riscaldamento con la legna: utilizzate per l’accensione preferibilmente solo legna come trucioli di legno. La carta dovrebbe essere utilizzata solo in piccole quantità. Ammissibile come combustibile solo la legna ben essiccata e non trattata. Da non utilizzare assolutamente:il legno laccato e la segatura a causa dell’inquinamento. Gli esperti raccomandano che la legna da ardere dovrebbe essere essiccata per almeno due anni. Tecnicamente parlando, non dovrebbe contenere più del 20% di umidità residua. Il vostro spazzacamino utilizza un misuratore di umidità del legno, in modo da poter identificare facilmente la legna troppo bagnata. Per una prima diagnosi, ci sono solo due criteri: il legno sufficientemente secco è leggero ed è caldo al tatto. La legna troppo umida è relativamente dura e fresca. Un altro punto importante: la legna da ardere non può essere troppo grande, perché altrimenti la combustione non è efficace. Gli esperti raccomandano un massimo di sette – dieci centimetri di diametro.
Caricate la legna incrociando i ciocchi di legno, in maniera non fitta, con la legna più grande in basso. Non riempite troppo la vostra stufa. Deve rimanere ancora del posto nella camera di combustione per l’aria necessaria. Quanta legna mettere, è spesso indicato nel manuale d’istruzioni di ogni impianto di riscaldamento. In caso contrario, vi aiuterà lo spazzacamino. E‘ importante accendere il fuoco dall’alto. Questo crea meno fumo. Fin quanto il fuoco arde con una fiamma giallo rossa, tutte le aperture di sfogo della stufa dovrebbero rimanere aperte. Non posizionate ulteriore legna sul fuoco dalla fiamma chiara per evitare ulteriore formazione di fumo. Solo quando la brace mostra una piccola fiamma blu, ridurre la presa d’aria di circa il 90 per cento e chiuderla dopo che la fiamma sia completamente spenta. Se necessario potete ora aggiungere nuova legna.